lunedì 12 novembre 2012

Sai mantenere una promessa in segreto?

Gli occhi scuri sono più rassicuranti, tu ci costruiresti una casa su un mare senza rive? Non è poi così grave dimenticarsi per un attimo il tempo perso a pensare a quello che ti stai perdendo. Certe persone non si perdono mai, semplicemente sanno nascondersi benissimo. Non tornerò, almeno non prima d'aver trovato un motivo per andarmene. Tutto è stato scritto, molto è stato detto, il resto rimane in fondo agli occhi. 

Della notte mi piace l'inconsapevolezza con cui cerchi quello che non hai avuto durante il giorno. E alla fine resta solo quello che hai perso per aver deciso di non andare oltre alle tue acque sicure. Ho tolto gli ormeggi, ora serve solo una direzione da dare al vento. E conoscevamo la fine dei nostri discorsi a memoria, per questo non li abbiamo mai iniziati. E io che resto a guardarti mentre mi dipingi con parole nuove. A volte la cosa più giusta da fare è rimanere, anche solo per un altro errore. Perché il brutto dei ritorni è che devi ricominciare a sbagliare, ma nessuno ti dice a partire da quando. 

Quei tuoi silenzi che si abbinano benissimo ai miei vestiti di parole. E le parole giuste da dire arrivano di notte, quando chi deve ascoltare ha i sogni già occupati. La felicità porta false aspettative e le false aspettative portano delusioni. E il rumore del mare, come quello di un battito di cuore che consuma anche l'anima più rocciosa. Ricordati che se fosse capitato ad un altro e non a te, ti saresti comportato nel modo di tutti. E poi la nostra rabbia è pur sempre una forma d'amore, un amore quando non ne fai parte. Come quando il mondo sembra una lunga promessa mentre il cielo cerca di domare le luci accese di un tramonto. Fai un po' come ti pare. Ad ogni modo ti ho lasciato un foglio sulla scrivania con le parole giuste per chiedermi scusa. Eravamo domande nascoste tra i sorrisi e risposte trovate in ogni sguardo. E ci bastava. Ora è un esistere a tratti e non abbiamo nessuna matita per unirli. 

È bellissimo quando non ci sei. Sì, bellissimo. Ora basta solo scoprire per chi. Quando esci dalla vita di qualcuno fallo dimenticando la strada del ritorno, se riesci a trovarla lo stesso è perché non sei mai partito. E forse è vero che ama di più chi lo fa col silenzio. No, è una bugia. Però almeno al silenzio puoi dare le parole che vuoi tu.  
Anche quando tutte le tue parole messe insieme non fanno comunque un abbraccio. 

E non fare promesse ché poi scivolano via dalle dita.