lunedì 10 dicembre 2012

Sullo sfondo.

Appendiamo al muro i disegni di fumo fatti con lo stare a guardare i ricordi, ché tanto io lo sapevo che saresti venuto a cercarti nelle mie parole, quello che non sapevi tu è che io amo nascondermi bene. Quando qualcuno esce dalla tua vita non si porta mai dietro la sua storia, ma lascia a chi rimane il compito di risistemare tutto, come quando si cercano dei Niente sempre più grandi per coprire il rumore delle domande.


E comunque, Niente. 
Io e la tua assenza abbiamo passato insieme troppo tempo. 

Che si avverino o meno, quello che muove i desideri è sempre la gravità emozionale, ma chi preferisce le bugie e cambia strada ogni volta per non affrontare la verità non merita altre bugie. E non merita neanche te. Venirsi incontro è per chi sa dove andare, noi siam partiti già perduti. L'incoerenza è il profumo della felicità. Eri tu quello con qualcosa ancora da salvare. E io, come al solito, ero quella che si salva da sola. Dimentico il futuro con troppa facilità. Le cicatrici dei rimpianti come esempio di eterna compagnia. E se ti incontrassi ora non so se riuscirei a perdonarti il fatto di non esserci mai stato. Io che ero vento che viene da nord e tu musica suonata dal mare.

Forse è così che deve essere e basta, ché l'amore ha sempre paura di essere chiamato col suo nome vero. Siamo tutti lo sconosciuto preferito di qualcun altro. E i compromessi per non compromettere le vite altrui. E la solitudine, come qualcosa che odi ma sai che di lei ti puoi fidare.
Come il silenzio in filodiffusione. 

Le cose cambiano, quelle fatte di sentimenti poi lo fanno che te ne accorgi solo quando è troppo tardi. E io credo ai sorrisi silenziosi, come quelli che si formano tra i miei occhi e le tue parole. E chissà perché riusciamo sempre ad inventare tutto quello che si deve inventare per non fare quello che vogliamo.
Come quelle verità che rimangono nascoste per paura di sembrare delle bugie. 

Le persone non si dimenticano, semplicemente si confondono con quello che già c'è sullo sfondo. 

On Air: Scott Matthew - Abandoned